Colloquio mistico

colloquio-mistico

Colloquio mistico

Ecco i rintocchi del pendolo della sala:

mezzanotte

non ho sonno, sono ancora alzata

“…Padre, mi sento su di una soglia,

ho quasi coraggio…”

 

In lontananza, un temporale

e aria fresca che attraversa

la porta finestra della mia stanza

Ancora estate

ma questa pioggia di settembre

ci porta lentamente

verso un’altra stagione

con nel cuore

qualche progetto,

incontri, relazioni

da ritrovare, costruire

“…Padre, vorrei pregare…”

 

Sento ancora il rombo del tuono

Adesso potrei forse riuscire a dormire

od invece cercare di capire

cosa domani vorrò fare

Se continuare

nell’abitudine pur creativa

o fidandomi, osare nuove vie,

ma ancora avanzare e sentire

la Vita in me nel suo tempo in divenire.

S. Z.