La forma del vento

bianco-larice

La forma del vento

Al Nazaret,

una domenica nuvolosa

in minaccia di pioggia

a trovare la nonna

scambiare qualche parola

ascoltare

con poco o niente da fare

nella sua stanza personale

Lì, dalla finestra

vedo verdi larici bianchi,

iniziano a muovere i rami

a ondeggiare,

si è alzato il vento

Osservo con calma

il loro movimento

e divento poco a poco

partecipe di quella danza

con tutta la mia persona

Verdi larici bianchi

fluttuano, cantano, danzano

come una lode ad un Essere Creatore

Ed io danzo interiormente

nella forma del vento

assieme a loro

danzo nei larici bianchi

al mio Signore,

movimento inebriante

di vera pace interiore

Sensazione grande,

a distanza di tempo

il ricordo

quasi mi abita ancora.

   S. Z.