MARIA NEI VANGELI IN SANTUARIO 16 DICEMBRE 2017

Chiostro dei Frati, Annunciazione, visita a Elisabetta, Giuseppe, nascita di Gesù, strage degli innocenti, Gesù al tempio, flagellazione e morte e risurrezione, assunzione di Maria

La sera di sabato 16 dicembre 2017, sono andata a vedere il recital “Maria nei Vangeli”, presentato dalla parrocchia “Madonna delle Grazie”, dal Ctg “Saccisica” e dal Barabao Teatro. Vedevo lo spettacolo per la prima volta ed ero piacevolmente incuriosita.
Santuario pieno di gente. All’inizio, dopo la scena del “Chiostro dei Frati”, hanno risuonato in me le parole semplici del canto che diceva: “se tu sapessi come Gesù ti Ama, lo ameresti ancor di più”; come dire: quanta consapevolezza abbiamo di essere profondamente amati da Lui e quanto riusciamo a sentire dentro di noi questo Suo Amore, sentirci amati come persone?
In seguito, nello svolgimento della storia, mentre ascoltavo attenta, ho percepito nel mio intimo una sensazione leggera ma intensa: tutto questo, manifestazione di suoni, luci, gesti, è per rivelarci, farci capire e sentire concretamente l’Amore del Padre: Gesù e Maria sono i grandi segni del Suo Amore per tutti noi.
Sembrano parole scontate, ma ben diverso è sapere questo per cultura, tradizione  ed invece sentirlo nel proprio cuore, nel profondo di sé come un’esperienza, un germoglio di certezza ricevuta, donata in un attimo di tutto ascolto. Per me è stato il momento più significativo della serata che rimarrà nella mia memoria come regalo della Vita, grazie alla scintilla d’intuizione in una persona e alla “grande famiglia” che ha progettato, realizzato, organizzato, ed interpretato questa “preghiera”, come ha espresso la regista alla fine del recital, una preghiera che riesce a svelare, regalare e trasmettere una verità a chi, giovane o adulto, viene per vedere, ascoltare e credere.

Previous Image
Next Image