Omelia Triduo Pasquale anno B 29-30-31 Marzo 2018

GIOVEDI  SANTO

   Questo giovedì prima della Passione del Signore si celebra la giornata di Cristo sacerdote; stamattina in Cattedrale il Vescovo con tutti i sacerdoti ha celebrato l’origine del ministero sacerdotale ordinato, cioè il ministero di coloro che hanno il potere spirituale di unire tutti i fedeli a Cristo, con i sacramenti per i quali ha consacrato gli OLII SANTI.

Questa sera invece ogni comunità rivive l’istituzione dell’Eucaristia, che fa diventare  il popolo di Dio un solo Corpo in Cristo; la potenza dello Spirito ci unisce realmente a Cristo.

Tutto questo è possibile perché Gesù ha fatto DONO di se stesso SULLA CROCE. Si è fatto servo lavando i piedi agli apostoli prima dell’Ultima Cena; si è offerto al Padre sacrificando se stesso in croce.

VENERDI   SANTO

Gesù si è incontrato con il dolore due volte, non nel senso che ha avuto due disgrazie, ma perché durante la sua vita ha fatto suoi i dolori degli afflitti, e poi ha provato sulla sua pelle i tormenti della passione.

Il primo dolore è la compassione per i sofferenti: ha partecipato ai loro dolori, si è lasciato coinvolgere; come una madre che sente di più le sofferenze del figlio , che le sue.

Poi la passione sulla croce, compreso l’abbandono dei suoi amici e  la lontananza del Padre.

Vi invito poi ad immedesimarvi a Gesù in quelle sei ore vissute appeso alla croce: perdeva sangue goccia dopo goccia; pativa la febbre, la sete, la vergogna e l’irrisione …; e pensava! amando l’umanità. Pensava anche a me.

PASQUA

Pasqua è la nuova creazione.

La Bibbia ci parla della Creazione in sette giorni; il giorno UNO è la creazione della luce.

Nella veglia di questa notte abbiamo benedetto il fuoco nuovo e acceso con esso il Cero pasquale. La Luce di quel cero ha illuminato le tenebre e anche noi abbiamo partecipato a quella luce accendendo i nostri lumi. Siamo stati coinvolti nell’opera della creazione della nuova luce, perché la Pasqua è il giorno UNO, il giorno della luce

Cristo risorto è colui che fa nuove tutte le cose perché illuminate e riscaldate dal nuovo Sole.

Il giorno UNO è il giorno senza tramonto, pieno di luce.