FESTA DEL VOTO 2017

Previous Image
Next Image

 

La Festa del Voto.

La festa del Voto offre ai devoti a Maria l’opportunità di renderLe omaggio nel Suo Santuario.

Fin dal primo mattino le campane della Chiesa suonano a festa per raccogliere i fedeli nelle Sante Messe che si susseguono incessantemente fino a mezzogiorno.

I pellegrini arrivano silenziosi, con il cuore ardente per pregare Maria, nel ricordo della sua protezione di tanti anni fa, quando stese la sua mano per proteggere i piovesi dal flagello della peste.

Arrivano uomini e donne oramai datati, sentono questo giorno come un appuntamento, ricorderanno la loro giovinezza, quando il 6 Maggio era giorno di festa, le scuole erano chiuse, i negozi chiusi ed ogni attività lavorativa era sospesa, perché tutti venivano alla Madonna per pregarLa e chiedere il Suo aiuto, per sconfiggere la peste che ogni anno si presenta nella nostra società in modo diverso.

Il viale,  verde dai teneri germogli di tiglio e il tepore della primavera invitano ad una passeggiata, per andare al  Santuario.

I sacerdoti delle parrocchie vicine vengono puntuali per poter celebrare la Santa Messa all’altare della Madonna, le loro omelie, esortano a guardare Maria, ad imitarLa, a sentirLa Madre, perché il nostro è solo un cammino terreno e la nostra meta è il Cielo. I canti sono dedicati a Maria Regina del Cielo e Regina dei Piovesi.

Quando i fedeli escono dalla chiesa trovano alcune signore volontarie che si dedicano in questo giorno alla vendita di fiori, ed il ricavato andrà ad aiutare le necessità della chiesa e dei poveri. Alcuni si fermano per una coroncina da donare ai loro cari, perché si ricordino di pregare con il Santo Rosario, in questo mese di maggio.

Nell’uscire dalla chiesa le signore si salutano e si scambiano gradevolmente una parola, poi riprendono la loro strada di ritorno.

Al  pomeriggio, ancora un via vai di persone, che onorano Maria con una breve visita, un saluto alla Vergine tanto amata dai Piovesi.

Alle 18:00 in Sala Consigliare del Comune si riuniscono  i Sindaci della Saccisica per ricordare il giorno in cui nel lontano 1631 fu istituita la festa del Voto, con la lettura degli impegni che il Podestà e Consiglieri della Magnifica Comunità di Piove decretarono pubblicamente.

Sostanzialmente, i Nostri si impegnarono  di recarsi in processione, ogni anno, in modo perpetuo, al Santuario della Beata Vergine Maria per ringraziarLa per l’intercessione presso Dio Padre,  per salvare Piove di Sacco dal flagello della peste.

La processione solenne parte dal Comune, va al Duomo e Sindaci, Consiglieri con i sacerdoti ed il seguito della comunità cristiana rappresentata da  tutti i gruppi del volontariato si dirige verso il Santuario. Quest’anno la pioggia non ha fermato  il lungo corteo di devoti pellegrini, che sotto  gli ombrelli, hanno percorso il viale  con i suoi capitelli adornati di fiori e le case con le lenzuola con drappi  stese sui davanzali, suggestiva cornice di festa , pregando Maria con la recita del rosario.

La Santa Messa presieduta dal Vicario Foraneo, è l’apice della festa, è il momento per chiedere a Maria il suo aiuto per noi poveri uomini.

M.P.